INAUGURATO L’ENDURO BIKE PARK ALL’OASI ZEGNA

MG_1246-844x563
MANUEL DUCCI PRESENTA LA SUA NUOVA IBIS HD3
11 novembre 2016
MIRA3976-844x689
PASQUALE AMORE CALA IL TRIS E SI AGGIUDICA ENDURO RIDING SOUTH CUP E CAMPANIA ENDURO CUP
28 novembre 2016
Show all

INAUGURATO L’ENDURO BIKE PARK ALL’OASI ZEGNA

o_0df5729034

Domenica 13 novembre è stato ufficialmente inaugurato l’ Enduro Bike Park all’Oasi Zegna di Trivero, in provincia di Biella. Circa trecento persone hanno sfidato il freddo pur di essere presenti in sella alle loro mtb a Stavello, dove è stata allestita l’area di partenza.

Qui i bikers hanno potuto scegliere quale dei quattro tracciati affrontare: i meno esperti hanno optato per il “Chiesetta Alpina”, 3,5 km lungo la Panoramica Zegna che consente di ammirare degli splendidi scorci del parco. Per gli enduristi più navigati invece sono andati per la maggiore sentieri più corti ma decisamente adrenalinici come il “Caulera” (vedi foto), il “Novareia” e il “Vertikal”.

Al termine dei percorsi è stato possibile caricare le bici e far ritorno a Stavello grazie ad un efficiente servizio navetta.

E_42e15d14cbE_21da85643d

L’organizzazione dell’evento è stata curata dalla Scuola Nazionale MTB Oasi Zegna, con sede adiacente all’Enduro Bike Park, che da anni si impegna ad avvicinare bambini e ragazzi al nostro meraviglioso sport.

L’Enduro Bike Park è stato già inserito nel calendario 2017 del circuito nazionale FCI (Federazione Ciclistica Italiana) il prossimo 7 maggio, quando ospiterà il campionato “4ENDURO”. Tra i possibili vincitori i fratelli Denny e Alex Lupato, quest’ultimo già campione italiano elite, che erano presenti all’inaugurazione essendo tra gli enduristi più rappresentativi della zona.

Adesso che gli appassionati biellesi delle ruote grasse hanno trovato la loro palestra naturale, l’obiettivo sarà quello di riportare una prova del campionato di Superenduro in paese, a due anni di distanza dall’ultima edizione.

Il nuovo Bike Park sorge interamente all’interno dell’Oasi Zegna, un’area naturalistica dalla superficie di circa 100 km² che ha come obiettivo quello di tutelare e valorizzare il territorio, promuovendo la cultura del rispetto per la natura circostante.

La creazione di questo santuario ambientale si deve all’opera dell’imprenditore locale Ermenegildo Zegna, il quale, dopo aver fondato l’omonima impresa di abbigliamento negli anni ’30, investì fortemente nell’area cambiandone completamente la fisionomia.

Il progetto comprendeva l’edificazione di un Centro dedicato alla salute, alla formazione, allo sport e al tempo libero dei suoi concittadini e soprattutto la riforestazione delle pendici della montagna con 500.000 tra conifere, rododendri e ortensie attraversate da una strada (la Panoramica Zegna) che consentisse alla popolazione locale e ai turisti di godere dell’ambiente naturale montano.

Grazie alla particolare conformazione naturale del territorio e la notevole dotazione di infrastrutture eco-compatibili, l’Oasi Zegna è oggi un laboratorio all’aria aperta dove praticare, tutto l’anno, una serie di attività dedicate al tempo libero e allo sport come l’escursionismo, il trekking , la mountain bike e l’enduro, la palestra di roccia, l’ equitazione, dei percorsi avventura sugli alberi (treeclimbing), aquilonismo e sport invernali.

900900_0_4166756_127487